Festa dell’Independence Day a Houston – Texas

Ogni anno, il 4 luglio in America si festeggia l’Independence Day, il giorno dell’Indipendenza degli Stati Uniti.
E’ una festa nazionale che commemora l’adozione della Dichiarazione d’indipendenza degli Stati Uniti d’America il 4 luglio 1776.

Storia

Protagonisti della colonizzazione del territorio americano furono gli Spagnoli, i francesi, gli Olandesi e gli inglesi che dal 16° secolo giunsero a controllare gran parte delle regioni della costa orientale. Durante la guerra dei Sette anni, che  durò dal 1756 al 1763 la Gran Bretagna riuscì ad avere però il dominio su gran parte del paese ai danni di Francia e Spagna.

Nel secolo successivo i rapporti tra i coloni inglesi e la madre patria si inclinarono a causa dell’oppressiva politica commerciale e fiscale che portò alla Rivoluzione americana.

Nel 1776 il congresso continentale votò l’approvazione di una risoluzione d’indipendenza delle tredici colonie americane dalla Gran Bretagna.

Dopo l’approvazione, fu emessa dal Congresso la Dichiarazione di indipendenza, redatta dalla Commissione dei Cinque, ma il cui autore principale fu Thomas Jefferson, un documento che riportava tutte le motivazioni dell’ indipendenza dalla Gran Bretagna.

Il Congresso discusse e revisionò la Dichiarazione, approvandola il 4 luglio 1776.

L’Independence Day è una festa nazionale caratterizzata dal patriottismo ed essendo una festività federale, in questa giornata tutte le istituzioni non essenziali, come il servizio postale e le corti federali, vengono chiuse.

All’esterno delle case vengono esposte le bandiere degli Stati Uniti oppure coccarde giganti con gli stessi colori della bandiera: rosso, bianco e blu.

Durante la giornata ci possono essere parate, concerti all’aperto, partite di baseball o eventi pubblici o privati che celebrano la storia e le tradizioni degli Stati Uniti D’America. Molte famiglie festeggiano il 4 di luglio con un barbecue e pic nic.
La giornata si conclude di solito con lo spettacolo dei fuochi d’artificio che, in alcuni casi, vengono accompagnati da canti o canzoni, come, ad esempio, l’inno nazionale.

Curiosi di sapere come abbiamo trascorso noi la giornata del 4 luglio a Houston?

La giornata è iniziata presto (grazie jet lag!).  Abbiamo trascorso la mattina in famiglia: facendo due chiacchiere con nostra figlia, abbiamo portato a passeggio il cane prima che diventasse troppo caldo e abbiamo pranzato tutti insieme.

Vi presentiamo Robin

Nel pomeriggio siamo andati a vedere gli Astros al Minute Maid park.

Minute Maid Park di Houston

Il Minute Maid Park di Houston, è uno stadio da più di 41mila posti a sedere, utilizzato per le battute di baseball e concerti e si trova nella Downtown di Houston, in mezzo ai grattacieli. Appena entri nello stadio sei circondato da una marea di persone con un cappellino o una maglietta degli Astros, il colore arancione è il colore prevalente. L’odore di hot dog e pop corn ti fa venire fame anche se hai finito di pranzare un’ora prima..noi siamo arrivati 15 minuti dopo l’inizio della partita e per raggiungere i posti a noi assegnati abbiamo seguito le indicazioni per l’ultimo anello.

All’interno dello stadio ci sono tanti luoghi che vendono cibo e bevande in confezioni gigantesche, gadget e merchandise degli Astros. I prezzi per mangiare e bere sono astronomici ( si parla di 12 $ per una birra ) quindi abbiamo evitato ma la gente intorno a noi mangiava e beveva durante la partita a volontà.

Minute Maid Park di Houston

Gli Houston Astros sono una squadra di baseball professionistico con sede nella città di Houston (Texas) e giocano nella Major League Baseball (MLB) dal 1962. L’anno scorso hanno perso la World Series in semifinale, come nel 2019 . L’ultima vittoria della World Series degli Astros risale al 2017.
Il 4 luglio gli Astros giocavano contro il Kansan City Royals, per i curiosi hanno vinto gli Astros, 7 a 6. I biglietti li abbiamo comprati il giorno stesso attraverso una App chiamata Gametime e abbiamo speso circa 30$ a testa per stare nel terzo anello.

Non so se avete mai visto una partita di baseball, noi in questa occasione abbiamo capito meglio le regole. Curiosità: una partita si sa quando inizia ma non si sa quando finisce, potrebbe durare anche molte ore.

E’ stato emozionante percorrere gli ampi corridoi per raggiungere gli spalti, guardare i tifosi che composti raggiungevano i posti prenotati ed assistere alla partita partecipando al tifo da veri “local”.  Noi ci siamo divertiti, e consigliamo l’esperienza! Inoltre lo stadio ha un tetto automatico e quindi quando siamo andati noi era chiuso e l’aria condizionata era accesa, ed è stata una bella maniera per scappare dal caldo pomeridiano.

Minute Maid Park di Houston

Quando siamo usciti dallo Stadio abbiamo noleggiato le biciclette tramite l’APP BCycle e siamo  andati al  Graffiti Building in EDO (East Downtown), una zona  molto particolare piena di murales. Poi abbiamo attraversato Downtown per arrivare al Buffalo Bayou park dove abbiamo passato la seconda parte della giornata .

Houston Graffiti Building
Houston Graffiti Building

Per la serata avevamo prenotato i biglietti per il la festa chiamata “Freedom over Texas” presso il Eleanor Tinsley Park . Il parco è appena fuori Downtown e l’abbiamo raggiunto con le biciclette, lasciandole poi negli appositi porta bici (con l’App, oltre a prenotare le bici è possibile vedere dove sono localizzati i luoghi per la restituzione, attenzione però alle chiusure del traffico, non tutti i posti dove si può lasciare la bici sono accessibili).

Il parco era chiuso e si accedeva solo con il biglietto, La sorveglianza da parte delle forze dell’ordine era veramente altissima, abbiamo notato che il traffico in tutte le strade e i quartieri attigui al parco, era stato bloccato, con uno spiegamento incredibile di  polizia a sorveglianza di tutta la zona.

All’interno del parco c’era una area con alcuni stand espositivi, come quello della NASA, o quelli dedicati ai mezzi militari, che per l’occasione erano visitabili anche all’interno.

“Freedom over Texas” – Houston
“Freedom over Texas” – Houston

Un grande spazio era dedicato allo street food, con la presenza di tantissimi food truck che proponevano diverse tipologie di cibo di tutto il mondo.

La nostra scelta è ricaduta sul classico hamburger accompagnato da una birra e, tanta acqua visto il caldo.

L’area dell’Eleonor Tinsey park è più bassa della strada e forma una “arena” nella quale è stato posizionato un grande palco dove si svolgevano concerti; noi abbiamo assistito ad alcune canzoni cantate dal cantante Clay Walker. C’era tantissima gente di tutte le età e da tutto il mondo, seduti su una coperta da pic nic o sulle sedie portatili.

Eleanor Tinsley Park

Appena è sceso il buio, verso le 22 sono iniziati i fuochi di artificio. Per quasi mezz’ora il cielo di Houston si è colorato dalle mille luci dei fuochi che venivano sparati a ritmo di musica

Quest’anno i fuochi sono stati spettacolari siccome nei due anni precenti sono stati cancellati a causa del covid.
Wow, è stato proprio un bello spettacolo.

La nostra giornata si è conclusa così, è stata molto interessante trascorrere una giornata come degli “houstoniani” e vedere come gli americani festeggiano questa festa. Non era la prima volta che ci trovavamo in America durante la festa dell’Indipendenza, ma è stata la prima volta che abbiamo festeggiato insieme agli americani, questo ci ha fatto apprezzare la festa fino in fondo.

Voi avete mai partecipato all’Independence Day in USA, se sì, come avete trascorso questa giornata?

7 pensieri riguardo “Festa dell’Independence Day a Houston – Texas

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...