LAMPEDUSA

Anche quest’anno è arrivata la vacanza al mare e l’isola prescelta per trascorrere una settimana di relax a giugno è stata Lampedusa, isola situata nel Mar Mediterraneo, che, insieme alle isole di  Linosa e Lampione forma l’Arcipelago delle Pelagie.

Sono partita con aspettative molto alte, le foto che avevo visto e gli articoli letti facevano presupporre che l’isola fosse “un paradiso” ancora selvaggio da poter visitare in ogni suo angolo; purtroppo non ho trovato quanto mi aspettavo e devo ammettere che i primi giorni di permanenza sull’isola ero un attimo “arrabbiata” non per la natura e i paesaggi, quelli sono molto belli, anche se l’isola arida e priva di vegetazione ha un certo fascino, quanto dalla sconsideratezza con la quale le spiagge sono utilizzate, tranne poche eccezioni, tutte le spiagge visitate sono invase da ombrelloni e lettini da prendere a noleggio e se qualcuno vuole stare in spiaggia con il proprio asciugamano deve accontentarsi di stare appollaiato sulle rocce (per lo più molto appuntite e scomode). Tutto ciò che poteva essere nel mio immaginario di “natura selvaggia” in effetti non esiste più, tutto è estremamente turistico e pienamente sfruttato.

Ho fatto comunque pace con l’sola in due momenti: quando mi sono recata alla Spiaggia dei Conigli, una spiaggia che fa parte di una riserva naturale dove ci sono regole precise da rispettare e quando ho effettuato il giro in barca dove ho potuto ammirare baie ed angoli fantastici, fondali bellissimi, acqua azzurra e cristallina con centinaia di pesci che è possibile ammirare con una semplice maschera da sub.

So che la premessa non è forse delle migliori, naturalmente è un’opinione personale, anche se il pensiero delle persone che hanno trascorso la vacanza insieme a me e a mio marito è molto simile.

Come ho trascorso i miei giorni sull’isola? Ero in vacanza con mio marito e una coppia di amici, Maria Grazia e Mirco, che approfitto per ringraziare per i bei giorni trascorsi insieme. Abbiamo preso una macchina a noleggio, mezzo indispensabile per raggiungere le cale e le spiagge, che sono situate lungo il lato sud dell’isola. L’auto è utile anche per visitare la parte nord dove la costa è caratterizzata da scogliere a picco sul mare.

Ecco le spiagge  che ho visitato.

Cala Guitgia

Questa spiaggia è quella più vicina al centro abitato, facilmente raggiungibile anche a piedi. Ha sabbia bianca e finissima e il suo mare è cristallino. Tutta la spiaggia è occupata da ombrelloni e lettini che occorre prendere a noleggio; noi ci siamo sistemati sulle rocce.

Cala Guitgia
Cala Guitgia

Cala Creta

Sul lato orientale dell’isola questa cala si  raggiunge percorrendo una piccola strada in terra battuta. Il mare di Cala Creta è di colore verde smeraldo ed è il luogo ideale per fare immersioni e snorkeling. Qui si sosta su una piattaforma di cemento dalla quale si può accedere al mare.

All-focus

Cala Pisana

Piccola spiaggia, anche questa invasa dagli ombrelloni da prendere a noleggio, il mare ha acque azzurre e cristalline. Nella vicinanza si trova una grande banchina in cemento dalla quale ci si può tuffare.

Cala Pisana
Cala Pisana

Cala Francese

E’ una  spiaggia di sabbia stretta, vicino all’aeroporto. Anche qui la presenza di ombrelloni e lettini a pagamento non permette di sdraiarsi liberamente sulla sabbia. Poco distante nella baia adiacente si trova la piccola spiaggia di Sciatu Persu.

Cala francese
Cala francese

 

Cala Sciatu Persu
Cala Sciatu Persu

Cala Madonna

E’ situata ad ovest rispetto al paese di Lampedusa, la spiaggia è piccola e come le altre piena di ombrelloni e lettini.

La spiaggia dei Conigli

 Si trova a pochi chilometri dal centro cittadino nella zona sud-occidentale dell’isola. Per raggiungerla si deve percorrere un sentiero un po’ disconnesso che scende verso il mare esposto al sole  (ci sono giusto 3 pensiline su tutto il sentiero per ripararsi). Qui le tartarughe marine Caretta-Caretta depongono le uova tra i mesi di giugno e settembre;  è un posto da sogno  e non a caso fa parte della “Riserva Naturale Isola di Lampedusa”. La riserva è fruibile solo dalle 8,30 alle 19,30 ed è presidiata dai volontari di Legambiente, che forniscono le indicazioni per utilizzare al meglio gli spazi della spiaggia. Il mare è azzurro e degrada molto lentamente fino all’isola dei Conigli regalando un’ampia area balneabile adatta anche ai bambini con sabbia bianchissima.

spiaggia dei Conigli
spiaggia dei Conigli

Insomma, un vero spettacolo!

Veduta dal sentiero per raggiungere la spiaggia dei Conigli
Veduta dal sentiero che raggiunge la spiaggia dei Conigli

Inoltre abbiamo effettuato una escursione con una delle imbarcazioni che si trovano al porto.

Per la gita l’offerta è veramente ampia, noi ci siamo affidati a Samau e al suo capitano il sig. Ciccio.

All-focus

La gita è stata molto bella , abbiamo visto angoli di Lampedusa che da terra era impossibile raggiungere, abbiamo fatto il bagno in acque azzurre e cristalline, un sogno.

Siamo partiti alle  10.00 dal porto vecchio di Lampedusa e ci siamo diretti verso est per ammirare Le Grottacce,  grandi grotte molto suggestive e le  baie di Cala  Pisana e  Cala Francese.

Grottacce
Le Grottacce

Poi siamo tornati verso ovest e abbiamo visitato in ordine Cala Croce, Portu N’toni, Cala Madonna, raggiungendo la Tabaccara;  le acque sono veramente limpide e qui abbiamo fatto il primo bagno.

La Tabaccara
La Tabaccara

Poi il tour è proseguito, abbiamo potuto  ammirare la Spiaggia dei Conigli (qui non si può sostare) e Cala Pulcino, fino a  Capo Ponente il punto più alto di tutta l’isola, dove si può ammirare l’imponente strapiombo, anche qui sosta “tuffi”.

Cala Pulcino
Cala Pulcino
Capo Ponente
Capo Ponente
Capo Ponente
Capo Ponente

Il nostro capitano ci ha anche offerto il pranzo composto da antipasti a base di bruschette varie, sgombro con caponata e olive; poi barracuda e calamari  alla griglia , da leccarsi i baffi!!!

Infine i biscotti fatti dalla moglie e caffè al gusto di cannella! Nel pomeriggio fette di cocomero come merenda.

Purtroppo il mare mosso non ci ha consentito di effettuare il periplo  dell’isola.

E’ stata proprio una bella giornata e consiglio a tutti di scoprire l’isola dal mare, per me è stato il modo migliore per scoprire le bellezze di Lampedusa!

 

5 risposte a "LAMPEDUSA"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...